Blender Corso Visualizzazione Architettonica e Design

Il corso Blender permette all'allievo di apprendere gli strumenti di modellazione e di renderizzazione di Blender per realizzare immagini fotorealistiche.

Blender | Corso Visualizzazione Architettonica & Design si propone di rendere operativo l’allievo nell’utilizzo del programma per la modellazione 3D di oggetti di design, per l’architettura, il paesaggio, l’arredamento e per la pubblicità attraverso 3ds Max ed i motori di rendering Eevee e Cycles. Il corso Blender | Corso Visualizzazione Architettonica & Design di 60 ore è suddiviso in due moduli: nel primo il focus è sulla modellazione 3D nativa con Blender, l’utilizzo completo dei trasformatori e sulle modifiche di modelli 3D importati da sistemi CAD 2D e 3D (AutoCAD, 3ds Max, Revit, Rhino, SketchUp, ecc.); mentre il secondo è interamente dedicato al rendering con i motori integrati: Eevee e Cycles, all’animazione di oggetti e camere, ed alla postproduzione per l’ottenimento di immagini fotorealistiche del progetto.

Al completamento del corso gli studenti saranno in grado di:

  • Modellare ambientazioni architettoniche, paesaggi e complementi di arredo dettagliati.
  • Utilizzare Add-on specifici per velocizzare il flusso di lavoro e la creazione di particolari architettonici, aree verdi, ecc...
  • Importare file in formato DWG e realizzare, partendo da zero, un modello 3D di un edificio dalla struttura muraria sino all'inserimento dell'arredo.
  • Preparare materiali fisicamente corretti mediante lo studio delle loro proprietà fisiche.
  • Mappare correttamente le superfici di un modello 3D mediante gli strumenti di Unwrapping.
  • Utilizzare i motori di rendering Eevee e Cycles per realizzare immagini e animazioni realistiche.
  • Effettuare il compositing dell’immagine renderizzata con l'ausilio dei Render Passes.

100€ per l'iscrizione. Il resto, dopo la prima lezione, se soddisfatti.

Sconti crescenti (fino al 20%) per chi viene accompagnato.

Classi di massimo 8 persone. Possibilità di corsi one to one.

Utilizzo di PC e software compreso nel prezzo per i corsi in presenza.

Senior Official Instructor per ogni corso.

Autodesk Training Center. Autodesk Certification Center.

Puoi pagare con Carta di credito, PayPal o Bonifico bancario.

Date e sedi

Al momento non sono presenti corsi attivi.

Scrivici all'indirizzo formazione@4mgroup.it. Le nostre sedi sono a Milano, Roma, Como, Torino, Brescia, Pisa e Reggio Emilia. Consulta il calendario per altri corsi in programma.

Programma

Prima settimana - Modellazione 3D con Blender.

Lezione 1:

Panoramica dell'interfaccia di Blender e configurazione dell'ambiente di lavoro:

  • Impostazione delle preferenze e configurazione dello spazio di lavoro (Workspace).
  • Struttura dell’interfaccia.
  • Scorciatoie da tastiera per velocizzare il flusso di lavoro.
  • Strumenti di trasformazione (Grab, Rotate, Scale, …):
  • I sistemi di riferimento, l’utilizzo del Gizmo e del Pivot.
  • Comandi di selezione (singola, rettangolare, circolare, poligonale, libera, ecc.)
  • Comandi di trasformazione: Move, Rotate, Scale.
  • Comandi di posizionamento: Align, Mirror, Array e Spacing Tool.
  • Metodi di misurazione e sistemi di precisione per garantire l'accuratezza (Snapping System).

Installazione Add-on:
  • Che cos’è un Add-On.
  • Gli oggetti di base di Blender (Mesh, Curve, Surface, Metaball, Text, Empty …).
  • Esercitazione 1 - Modellazione di un complemento d’arredo.

Lezione 2:

Gestione del progetto Architettonico e di design con Blender:

  • Gestione delle cartelle progetto per lavorare con ordine anche tra più collaboratori, i metodi di salvataggio e di esportazione.
  • Salvataggio automatico del progetto.

Creazione di modelli 3D con le diverse tecniche di modellazione:

  • La modellazione poligonale (Object Mode e Edit Mode, …).
  • Lo sculpting (Sculpt Mode).
  • Spostamento del Pivot con impiego degli Snap per un posizionamento rapido e preciso delle geometrie del modello.
  • Modifica della tipologia di vertici delle spline per il completo controllo della curvatura.(Corner, Bezier, Bezier Smooth).
  • Modificatori delle spline per la realizzazione di modelli 3D cilindrici e conici.
  • Estrusione di sezioni 2D lungo curve complesse per la realizzazione di profilati, boiserie, cornici, corrimani, infissi, murature, ecc.
  • Creazione di una griglia da un insieme di spline per la creazione di una superficie.

Creazione di modelli 3D a partire da immagini di riferimento:

  • Importazioni di immagini reali da utilizzare come reference per ricostruire il modello 3D.

Lezione 3:

Creazione di modelli 3D specifici per l'architettura:

  • Importazione della pianta di un edificio (DWG o DXF) ed estrusione di muri e pavimentazioni.
  • Creazione di particolari architettonici parametrici: Wall, Windows, Doors, Stairs, ecc.
  • Importazione di file da altri sistemi CAD (AutoCAD, Revit, Inventor, SolidWorks, SketchUp, ecc.).
  • Ottimizzazione e correzione degli oggetti importati tramite la correzione della topologia.

Modellazione poligonale di oggetti di Architettura e Design tramite Edit Poly:

  • Fondamentali della modellazione Subdivision.
  • Esempi di oggetti di architettura e design realizzati attraverso la tecnica della Subdivision.
  • Modellazioni personalizzate attraverso l'impiego di Suboggetti (vertici, spigoli, facce, elementi).

Comprensione dei due metodi di modellazione: Low Poly e High Poly.

Altre tecniche di modifica di modelli 3D:

  • Smussature dei bordi come beneficio per il realismo nel render (Chamfer).
  • Utilizzo di booleane per la creazione rapida di luci architettoniche.

Lezione 4:

Creazione di modelli 3D avanzati per l'architettura e il design:

  • Esercitazione di modellazione poligonale di un divano con impiego del modificatore .
  • Simulazioni realistiche di tessuti di diverso tipo con il modificatore Cloth: vestiti, cuscini, lenzuola, tende,...
  • Distribuzione naturale degli oggetti su superfici con lo Scatter, ad esempio alberi di un parco, giocattoli nella stanza di un bambino, frutta in un cesto della cucina, ecc.
  • Simulazioni fisiche degli oggetti con MassFX per oggetti in pose reali e convincenti.
  • Considerazioni su eventuali Plugin esterni per migliorare il flusso di lavoro.

Seconda settimana - Renderizzazione con motori di rendering Eevee e Cycles.

Lezione 5:

Il workflow per la realizzazione di un'immagine fotorealistica:

  • Preparazione dell'inquadratura.
  • Creazione del sistema di illuminazione.
  • Creazione materiali e Studio delle proprietà fisiche.
  • Impostazione dei parametri di rendering.
  • Post-produzione.

Regole di composizione fotografica per creare inquadrature accattivanti:

  • Preparazione dell'inquadratura mediante l'utilizzo delle telecamere virtuali con i controlli avanzati: Focale, ISO, Tempi di otturazione.
  • Consigli pratici per posizionare e sfruttare al massimo le inquadrature, per aumentare l'efficacia della comunicazione e la percezione della profondità.

Parametri di rendering per il controllo della qualità d'immagine:

  • Risoluzione e formato dell'immagine di Output (Aspect ratio)
  • Analisi dei parametri essenziali per comprendere Eevee e Cycles.
  • Strategie e tecniche per ottimizzare i tempi di render in fase di testing, bilanciamento fra qualità e tempi di render.
  • Parametri di rendering e salvataggio di Presets da riutilizzare per risparmiare tempo.
  • Utilizzo del Denoiser e scelta del migliore algoritmo per diminuire il tempo di calcolo del rendering.

Lezione 6:

Exterior, Product e Interior Rendering: tecniche d'illuminazione e materiali.

  • Allestimento di un Set Limbo come negli studi fotografici (sezione cilindrica o piano curvo) con le tre luci principali (Key, Fill e Rim).
  • Principi base e tecniche di illuminazione per gli interni di giorno, analisi del colore e dei contrasti per generare un’immagine leggibile, piacevole e realistica.
  • L’utilizzo di Environment Map e Mappe HDR per illuminazioni fedeli alla realtà.
  • Le luci artificiali di Blender e i loro parametri.
  • Controlli avanzati del bilanciamento del bianco, delle temperature e del voltaggio delle luci in scena, della decadenza e della morbidezza delle ombre.
  • Creazione di render con luce diurna e notturna: consigli pratici.

Lezione 7:

Shader Editor: creazione e modifica delle proprietà fisiche dei materiali.

  • Primo sguardo allo Shader Editor, creazione di materiali realistici e assegnazione di questi agli oggetti in scena.
  • Materiali avanzati per ricreare materiali esistenti di grande complessità.
  • Utilizzo di texture fotografiche e di mappe procedurali.
  • Simulazioni di superfici specchiate, satinate, serigrafate, ruvide, bagnate tramite mappe di Reflection, Glossiness, Bump e Displacement.
  • Riprodurre molteplici tipi di vetro in maniera realistica, utilizzando parametri base e avanzati.
  • Effetti di translucenza per ottenere effetti realistici su tendaggi, tessuti, carta e materiali ricorrenti nei render architettonici.
  • Gestione e creazione di una Material Library per riutilizzare rapidamente i materiali in altri progetti.
  • Materiali luminosi e geometrie luminose per riprodurre in modo realistico la luce emessa da sorgenti luminose.

Mapping delle superfici: UVW Map, Unwrap e Triplanar Map

  • Proiettare correttamente texture su modelli 3D mediante gli strumenti di Unwrapping Meshes o Editing UVs.
  • Proiettare correttamente una texture utilizzando una mappa (Triplanar Map) senza coordinate UV.

Lezione 8:

  • Creazione di tappeti, tessuti e prati realistici tramite Particle.
  • Strumenti di scattering per la gestione ottimizzata ed avanzata del verde (alberi, prati, fiori, sassi,…).
  • Render Passes e Compositing :
  • Render Passes per esportare il render in diverse immagini (riflessione, ombre, GI, luci, trasparenze) ed avere poi totale libertà nel ricomporle e modificarle in fase di postproduzione.
  • Creazione di maschere Object ID e Material ID per favorire il processo di selezione in fase di postproduzione.
  • Importazione di un file immagine unico a 32 bit (EXR) per avere la massima qualità.
  • Livelli di Regolazione per il controllo di differenti parametri d'immagine: Exposure, Hue, Tint, Saturation, ecc.
  • Utilizzo delle opzioni di fusione dei livelli di Photoshop per trasformare il render nell'immagine ad alto impatto visivo che avevamo ideato.

Caratteristiche

A chi si rivolge

Blender | Corso Visualizzazione Architettonica e Design è il corso ideale per chi opera nei settori della visualizzazione architettonica, paesaggistica e del Design. Si rivolge a chiunque abbia il desiderio di diventare autonomo e indipendente nella creazione di modelli 3D con Blender e di render ad alto impatto emozionale con i motori integrati Eevee e Cycles. Il corso è consigliato anche a chi utilizza altri software di modellazione come 3ds Max o Cinema e voglia scoprire le potenzialità di Blender. L’alto livello professionale raggiungibile con questo corso lo rende appagante anche per quegli studenti di politecnici e di accademie di belle arti, ingegneri, designers, illustratori e appassionati del mondo 3D e del render fotorealistico.

Requisiti

Viene richiesta una conoscenza media dei PC, discreta capacità di operare in ambiente Windows (7,8.1,10) o, MacOs.

Nozioni di disegno CAD, illustrazione, fotografia ed illuminotecnica sono sicuramente una marcia in più, ma, in generale, nessuna precedente esperienza è necessaria, in quanto gli argomenti verranno trattati dalle basi in ogni particolare. Il requisiti fondamentali sono invece passione, impegno e costanza nell’approfondire le tematiche del corso.

Learning skill

Modellazione 3D

90%

Architettura del paesaggio

85%

Rendering fotorealistico

90%