Configurare un PC o un portatile per CLO

Il Fashion Design 3D con CLO è un corso che organizziamo spesso per rispondere alle esigenze di Modellisti, Designer della Moda, Sarti, ecc. Durante e dopo i nostri corsi ci troviamo a rispondere agli allievi che chiedono quale sia l’hardware più adeguato per rapporto qualità/prezzo da impiegare per CLO, nella realizzazione della loro collezione di fashion design per cui – lo sappiamo - si modellano abiti in 3D su misura,  capi spalla, piumini imbottiti, pantaloni, felpe, camicie sportive ed eleganti e molto altro ancora. Il book si conclude con la realizzazione di immagini ad alto fotorealismo e animazioni di livello professionale, prima c'è tutto il lavoro di gestione del manichino virtuale, delle prove dei materiali, delle considerazioni sulla vestibilità del capo, ecc. CLO 3D mette a dura prova l’hardware e dovremo essere ben attrezzati per sfruttarlo al massimo possibilmente senza spendere una fortuna. In questo articolo spieghiamo come fare.

CLO e V-Ray: il binomio perfetto per la renderizzazione degli abiti e la creazione delle sfilate

La versione 6.1 di CLO ha introdotto sostanziali migliorie nella resa dei tessuti e la compatibilità con i materiali Substance ha perfezionato il processo di resa grafica del manichino virtuale 3D (avatar) e dell’abito o indumento.

I miglioramenti in termini di resa dei materiali li apprezziamo grazie al motore di rendering V-Ray, già integrato all’interno del software CLO a partire dalla versione 4, che puó effettuare il calcolo dell’immagine sfruttando il processore (CPU) o lascheda video (GPU) o entrambi (Hybrid) i componenti hardware.

Dunque, la scelta di una configurazione adeguata dell'hardware contribuirá ad ottimizzare sia la visualizzazione del modello 3D sia a velocizzare le fasi di calcolo del processo di rendering.

Benchmarking per PC / Portatile

Al di là dei requisiti dettati dalla azienda coreana CLO Virtual Fashion, per ciò che riguarda i singoli elementi di un computer, è utile per tutti dare un’occhiata al performance test di PassMark Software (Lo trovate qui) ed al Benchmark di Chaosgroup, basato sul motore di rendering V-Ray.

Per prima cosa controllate quali sono i risultati effettivi del vostro PC attuale. È molto importante capire da dove si parte, prima di immaginare il punto di arrivo.

Una volta che avrete testato il vostro hardware, vale la pena di vedere più nel dettaglio alcuni elementi a cui dobbiamo prestare attenzione nel momento in cui dobbiamo scegliere il computer per CLO.

Processore (CPU)

Attualmente sul mercato due sono i grandi marchi concorrenti che sviluppano processori: Intel e AMD. Dunque, quale scegliere?

Entrambi propongono soluzioni intermedie e di fascia alta confrontabili, tanto che stiamo considerando AMD con particolare interesse per acquisti futuri, ma la nostra esperienza pluriennale è legata all’hardware Intel. Per l'utilizzo serio di Clo, non consigliamo i processori di fascia bassa: sono troppo poco potenti per aiutarci nel lavoro di modellazione.

Quale generazione scegliere? 10a o 11a Generazione?

In merito ai processori Intel, siamo alla 11a generazione, tuttavia sul mercato sono ancora presenti quelli della 10a, quindi, una prima domanda da porsi potrebbe essere, quale scegliere?

Meglio un processore generazione 11a di fascia più bassa o uno di 10a di fascia più alta?

Vi ricordo che le caratteristiche di un processore per poter capire se sia di fascia alta o bassa, sono numerose a partire dalla tipologia di processore (i5, i7, i9, …), dalla frequenza (2.0, 3.0, 5.0, … Ghz), dal numero di core (4, 8, 16, … core), fino ad arrivare alla capacità della cache (4, 8, 12, … MB), alla possibilità di essere overcloccato (la sigla del processore presenta al termine la lettera K, ad esempio, i7 10700k, i9 10900K, …)

Queste proprietà sono desumibili dalle sigle dei processori di cui non bisogna leggere solo la prima cifra, ma considerare tutto il codice identificativo.

Per facilitare la comprensione vi riportiamo di seguito alcuni dei processori Intel i7, i9 – per laptop oggi presenti sul mercato senza indicarne le specifiche:

  • Intel Core i7-1165G7
  • Intel Core i7-1185G7
  • Intel Core i7-10875H
  • Intel Core i9-10980HK

Apparentemente la scelta del processore per l’utilizzo di applicazioni particolarmente esigenti come CLO, farebbero propendere per la scelta di un processore di ultima generazione ovvero la 11, ma andiamo ad analizzare i dati tecnici di ognuno e il risultato di PassMark Benchmark (maggiore è il punteggio e maggiori sono le prestazioni del processore):

Intel Core i7-1165G7

  • 12 MB Intel Smart Cache
  • 4 Core
  • 8 Thread
  • 4.7 Ghz
  • G – indica processori dotati di scheda video integrata
  • 10 nm
  • PassMark Bench: 10,375

Intel Core i7-1185G7

  • 12 MB Intel Smart Cache
  • 4 Core
  • 8 Thread
  • 4.8 Ghz
  • G – indica i processori che includono la scheda video integrata
  • 10 nm (consente un maggior risparmio energetico)
  • PassMark Bench: 11,549

Intel Core i7-10875H

  • 16 MB Intel Smart Cache
  • 8 Core
  • 16 Thread
  • 5.1 Ghz
  • H – indica grafica ad alte prestazioni
  • 14 nm
  • PassMark Bench: 15,997

Intel Core i9-10980HK

  • 16 MB Intel Smart Cache Cache
  • 8 Core
  • 16 Thread
  • 5.3 Ghz
  • HK – indica grafica ad alte prestazioni e processore overcloccabile
  • 14 nm
  • PassMark Bench: 16,614

L’elenco sopra riportato è presentato in ordine di prestazioni del processore a partire da quello con i valori minimi fino a quello con i valori massimi e, come potete notare, quelli di generazione 11 di fascia bassa, vengono sorpassati dai generazione 10.

Attenzione, dunque, quando acquistiamo i PC. Informiamoci in merito alla tipologia di processore montato. Non basta dire i5, i7, i9 oppure che sono processori di ultima generazione. Andate più in profondità e controllate il punteggio su uno dei siti di benchmarking segnalati.

Quanta memoria RAM è necessaria per Clo?

Il processore non è l’unico componente a cui badare quando effettuiamo un acquisto, ma anche la dimensione della memoria RAM è da scegliere con attenzione. Ormai la maggior parte dei PC e dei Laptop montano una memoria di dimensioni pari a 16 GB che è il valore minimo da considerare se si vuole operare nel mondo del Virtual Fashion Design.

Qualora aveste a disposizione un vostro PC/Laptop con una memoria inferiore e, al momento non pensate di acquistarne uno piú potente, valutate la possibilitá, chiedendo ad un tecnico, se è possibile espandere la memoria RAM del vostro computer a 16GB o - meglio - a 32GB.

Il requisito minimo - sia per i pc fissi che per i laptop - è, ormai di 16 GB, mentre 32 GB o più sono consigliati se create abiti complessi costituiti anche da frange, materiali riflettenti o cangianti e se volete creare animazioni professionali (la famosa sfilata!). In merito alla frequenza della memoria RAM, consigliamo valori pari o superiore ai 2.666 Mhz.

Memoria di massa – solo SSD!

In merito alla memoria di archiviazione raccomandiamo fortemente l’impiego di SSD (Solid State Drive) come memoria principale sulla quale installeremo il sistema operativo e il software CLO per avere delle velocità di lettura e scrittura dei files notevolmente superiori ai precedenti HDD (Hard Disk Drive),

Qual è la differenza di velocitá? Fino a 30 volte di più. La capienza del disco SSD consigliata è pari a 512 GB o superiore in modo da avere spazio di allocazione sufficiente per l’installazione di Windows 10 e dei software che usiamo maggiormente. Insieme a CLO, infatti, generalmente si installano anche:

  • Adobe Photoshop
  • Adobe After Effects
  • Adobe Illustrator

Più Office 2019 Professional Plus, due/tre browser diversi (consiglio Firefox. Il migliore per la nostra sicurezza di cittadini).

Che futuro vedo per gli hard disk tradizionali (HDD)? Ancora anni di onorato servizio. Soprattutto impiegati come unità di archiviazione.

Elemento importantissimo per Clo: la scheda video (GPU)

La scelta della scheda video (GPU) comporta anch’essa una preferenza da esprimersi o a vantaggio del mondo Nvidia o AMD. Anche in tale caso la nostra esperienza si basa maggiormente sull’impiego di Schede Nvidia, tuttavia l’AMD propone delle soluzioni confrontabili e, talvolta, a costi leggermente inferiori.

Scegliendo NVIDIA ci si avvicina ad un altro bivio che prevede due alternative: RTX o Quadro?

Le schede video Quadro, pensate e sviluppate per applicazioni scientifiche, hanno un costo particolarmente elevato e funzionano bene per tutti quei software che sono stati certificati ed ottimizzati per il loro impiego.

Le schede video RTX, che ormai sostituiscono le vecchie GTX, sono pensate per soddisfare a 360° il mondo del grafica 3D di qualunque tipo. Hanno una velocità di computazione rapidissima che consente di lavorare in modo fluente anche con CLO ed il motore di rendering V-Ray, risultando maggiormente versatili e largamente compatibili con la maggior parte dei software operanti nel mondo della grafica 2D/3D e delle applicazioni multimediali.

Le RTX disponibili al momento sul mercato soddisfano tutte le fasce di prezzo: iniziale – RTX 3060, intermedia - RTX 3070 e alta - RTX 3080/3090.

Le RTX di ultima generazione ovvero le 3060, 3070 e 3080, 3090 sono appena uscite, ma a breve dovrebbero essere distribuite piú largamente sul mercato.

... PC fisso o Portatile?

Questa è una domanda a cui posso rispondere solo per via indiretta. Non voglio sponsorizzare alcun produttore e/o fare preferenze. Con i colleghi abbiamo pensato a come fare e la risposta è solo una: possiamo solo dire cosa abbiamo scelto noi. Che non significa che sia la soluzione migliore per tutti, solo quella che – nella nostra situazione – è sembrata migliore per 4m group.

E allora dico che le principali marche con cui 4mgroup sta lavorando ormai da più di 15 anni sono: HP, Dell e Sedatech. Per le aule training (in cui si insegnano tutti i moduli di CLO 3D) e per la nostra piccola render farm: stiamo impiegando computer di tre fasce di prezzo:

1° Fascia – prezzo di acquisto intorno a 1.000,00 e i 1.500,00 €

2° Fascia – prezzo di acquisto tra i 1.500,00 e i 2.000,00 €

3° Fascia – prezzo di acquisto tra i 2.000,00 e i 3.000,00 €

… e se utilizzo Mac?

Sul sito ufficiale di CLO vengono esplicitamente indicati i modelli Mac e le versioni del sistema operativo compatibili con il software di Virtual Fashion Design, che potete verificare cliccando qui.

Le prestazioni richieste da Clo per funzionare su un sistema Mac sono confrontabili con quelle giá viste ed analizzate per i PC che adottano il sistema operativo Windows.

Conclusioni

CLO permette di lavorare con un’interfaccia 3D e con strumenti di ultima generazione per la prototipazione virtuale al fine di sviluppare i tuoi progetti e le tue idee, realizzando abiti, allestimenti, creando rendering, animazioni e molto altro.

Affiancando a CLO l’utilizzo di un PC/Laptop idoneo, la vostra produttività incrementerà consentendovi di realizzare piú rapidamente le immagini da allegare ai vostri portfolio o alle vostre presentazioni e di sviluppare un processo meno oneroso e maggiormente ecosostenibile. Ora potete scegliere in modo più informato. 

4m group propone corsi di specializzazione per coloro che vorrebbero apprendere l’utilizzo del software partendo da zero oppure per i professionisti che giá operano con CLO 3D e desiderano esplorare tutte gli aspetti del software per sfruttarne le innumerevoli potenzialitá. Se avete bisogno di altre informazioni sul computer, il programma o il corso, scriveteci a formazione@4mgroup.it.

Buon lavoro a tutti!