Unity&Autodesk   01   1600 x 836

Interoperabilità tra Revit e Unity, VRED e Unity, 3ds Max e Unity: tutto quello che c’è da sapere

Unity Technologies e Autodesk hanno deciso di collaborare, unendo le loro forze, per fornire agli artisti 3D, ai progettisti 3D e agli sviluppatori di applicazioni di realtà virtuale, di realtà aumentata e di gamification, un processo semplificato per la condivisione delle risorse (gli asset grafici) e l’interazione in-game e in-app.

4m group è molto contenta dell’iniziativa. “Essere Training & Consultant Partner di Autodesk e di Unity allo stesso tempo, offre ai nostri clienti, un vantaggio competitivo enorme: possiamo aiutarli nello sviluppo e nella formazione per le loro applicazioni 3D interattive come nessun altro”, ha dichiarato Edoardo Pruneri – Manager della consulenza e dei servizi professionali alle imprese.

L’interesse, oltre che nostro, è anche di molte aziende, studi e professionisti che si occupano della produzione e dello sviluppo di Asset grafici 3D e di app interattive 2D, 3D; in realtà virtuale (VR) e realtà aumentata (AR), poiché i risultati della collaborazione portano ad un miglioramento dell’interoperabilità tra i software garantendo lo snellimento del flusso di lavoro per lo sviluppo, con la sua conseguente diminuzione dei costi ed il miglioramento della qualità del prodotto finito.

Il risultato dell’interazione tra i vari software Autodesk e Unity, consente di sviluppare nel campo dell’AEC (architettura, ingegneria e costruzioni), dell’automotive, del transportation, ecc. visualizzazioni immersive fotorealistiche dove colui che osserva può muoversi liberamente all’interno dello spazio 3D ed interagire con gli oggetti presenti mediante l’ausilio di visori 3D e di sensori, oppure di rappresentare una realtà aumentata in cui, alla normale realtà percepita, vengono aggiunte altre informazioni dove e quando necessarie.

Scendendo nel dettaglio implementativo, l’interoperabilità coinvolge differenti software di casa Autodesk: Revit, VRED, 3ds Max, Maya e Shotgun. Vediamo come si attua il vantaggio per i più utilizzati tra questi.

 

Revit & Unity

La partnership ha lo scopo di migliorare il flusso lavorativo d’importazione del modello 3D di Revit evitando l’impiego di Plugin esterni (come accade ora attraverso PiXYZ) per esportare in Unity. Il miglioramento dell’interoperabilità prevede dunque la possibilità di esportare direttamente da Revit e di ottimizzare la geometria 3D del modello, oltre che importare in Unity tutte le informazioni ed i dati legati al BIM, dando modo allo sviluppatore di scegliere dove, come e quando presentarli “in-app”. Lo sviluppo in tal senso consente dunque di risparmiare tempo nel processo di esportazione e di ottimizzare la qualità della geometria per ottenere risultati costanti.

 

VRED (automotive visualization) & Unity

L’interoperabilità tra VRED e Unity consente di realizzare visualizzazioni immersive in ambiente automotive, transportation e del design di prodotto, dove è possibile muoversi attorno e dentro il prodotto ed interagire con esso, variando l’allestimento del veicolo (materiali, allestimenti, optional, …) per affrontare la realizzazione di un vero e proprio configuratore di prodotto professionale.

 

3ds Max/Maya & Unity

3ds Max e Unity, insieme a Maya e Unity, rappresentano le accoppiate più tradizionali delle due software house. Già da un decennio, soprattutto per il mondo dei videogame, è possibile condividere dati tra loro. Oggi però viene affinato di molto il passaggio di asset grafici tra 3ds Max/Maya e Unity per la realizzazione di videogiochi e di prodotti legati all’intrattenimento, ma anche per la visualizzazione immersiva nel settore dell’AEC.

3ds Max e Maya consentono la creazione degli asset grafici e di animazioni che Unity, grazie alla nuova partnership, è in grado d’importare - senza perdite - mediante il formato FBX.

 

Conclusioni

La volontà di entrambe le software house è, dunque, ben chiara e mira a migliorare e snellire il workflow ai graphic designers e ai developers, ottimizzandolo in modo da non dover perdere informazioni durante il processo. L’ Advanced realtime & immersive visualization è una delle tecnologie del futuro. Apprenderla dai migliori formatori e consulenti sull’argomento, una garanzia di successo.

Non esitare e valuta la partecipazione ad uno dei nostri corsi sull’argomento:

Unity – Corso Completo

Master – Unity Certified Developer