Approfondimenti

I temi della tecnologia, dello sviluppo software, del web design, della formazione, approfonditi e discussi con un linguaggio semplice ed efficace.

Settembre 2015 - HyperShade e Unfold3D: che bomba questo Maya 2016 !

Agosto 2015 - Dall’esigenza all’impianto completo: il genio italiano non è secondo a nessuno.

Luglio 2015 - Windows 10 e le Autodesk 2016 Product Line Applications

Gennaio 2015 - 4m AutoCAD Certification Day!

Dicembre 2014 - Meshmixer versione 2.7

Novembre 2014 - Diventare competenti con Maya nella Character Modeling & Animation

Ottobre 2014 - Mecanim: le animazioni in Unity

Luglio 2014 - Autodesk Showcase 2015 – Un rilascio in sordina, ma con tante 'gustose' novità

Luglio 2014 - Gomma stampata 3D: un mondo di morbidezza ed elasticità ci si apre dinnanzi

Giugno 2014 - Materiali, Forme e Tempistiche della Stampa 3D

Maggio 2014 - I 10 principali vantaggi della stampa 3D

Aprile 2014 - Cosa c’è veramente di nuovo e utile in AutoCAD Electrical 2015.

Febbraio 2014 - Material Point Method: come Pixar ha ricreato la neve.

Dicembre 2013 - La risoluzione delle animazioni e il formato per la loro memorizzazione.

Novembre 2013 - XGen Generator, cioè barba, capelli, ma anche fiori, erba, alberi, ecc. generati con estrema facilità!

Ottobre 2013 - Ancora più facile trasferire le animazioni di maya verso le piattaforme di sviluppo dei videogiochi

Settembre 2013 - Progettare siti "Mobile First".

Agosto 2013 - Wolverine + 3ds Max e Maya.

Luglio 2013 - Rendere AutoCAD moooolto più veloce.

Maggio 2013 - Entriamo nel Design Studio di Aston Martin.

Marzo 2013 - La tecnologia "Inventor Fusion Technology Preview" si trasforma nell'applicazione "Fusion 360".

Settembre 2012 - Ecco perché i sistemi CAD saranno fino a 100 volte più veloci in 2-3 anni.

Settembre 2012

Ecco perché i sistemi CAD saranno fino a 100 volte più veloci in 2-3 anni.

L'ultimo decennio è stato strano per quanto riguarda l'informatica. Dieci anni fa il trend per lo sviluppo software riguardava la produzione di linguaggi come Java e .NET. L'efficienza era poco rilevante poiché le performance dei computer raddoppiavano ogni 18 mesi, come garantito dalla legge di Moore. Improvvisamente questo trend si fermò nel 2004, quando Intel cancellò la versione a 4GHz della sua CPU Pentium 4. Da quel momento le velocità delle CPU si stabilizzarono e i sistemi desktop, dovendo far fronte ai requisiti sempre maggiori di Windows Vista, smisero di evolversi.

Alcuni programmatori decisero che Vista segnò la fine di Microsoft e decisero, quindi, di iniziare a scrivere software multi-piattaforma; altri invece si dedicarono alle tecnologie Web. L'iPhone riaccese un nuovo interesse nei dispositivi portatili e con loro l'attenzione si rinnovò anche su linguaggi di programmazione efficienti. Mentre per un computer desktop non è un grande problema sprecare metà delle risorse disponibili, sprecare metà della batterie del telefono è intollerabile.

Per i computer desktop, Intel ha provato a potenziare i propri processori aggiungendo core (ossia nuclei di elaborazione) al chip della CPU. Sui primi dual-core tuttavia i processi di sistema usavano un intero core, rendendo quindi inutile lo sviluppo multi-thread. Questo problema venne sormontato con i quad-core, le cui prestazioni aumentano molto se il software è multi-thread, tanto che il mercato non poté più ignorare la lentezza dei vecchi software.
Se il software Cad fosse progettato e scritto in modo da sfruttare le potenzialità di un'architettura multi-core in modo efficiente, tutte le operazioni richiederebbero meno tempo

Settembre 2012 - Breve guida alla preparazione per la certificazione Autodesk

Settembre 2012

Breve guida alla preparazione per la certificazione Autodesk

Gli esami di certificazione Autodesk permettono di convalidare la propria conoscenza e le relative abilità nell'utilizzo di queste applicazioni software. Il superamento degli esami permette agli utenti esperti di ricevere un riconoscimento speciale alla loro competenza. Questa breve guida da alcuni suggerimenti che aiutano il superamento dell'esame.

Dove sostenere il test di certificazione?

Gli esami di certificazione Autodesk sono disponibili presso un cosiddetto Authorized Autodesk Certification Center. 4m group è il Certification Center che permette di sostenere gli esami in Lombardia (Como e Milano), Piemonte (Torino), Emilia Romagna (Reggio Emilia) e Toscana (Pisa). Tutti gli esami sono sostenuti via internet, all'interno delle aule corsi di 4m group. Mentre si sostiene l'esame non è possibile utilizzare altri programmi che non siano il browser specifico per gli esami e il programma sul quale ci si vuole certificare. Non ci sono limitazioni nell'utilizzo di calcolatrici, cellulari, libri o altri dispositivi elettronici.

Cosa succede se non si supera l'esame?

Se non si supera l'esame, si riceve un rapporto diagnostico relativo al punteggio raggiunto che indica quali sono le aree che richiedono un miglioramento. Si può ripetere l'esame quante volte si desidera. Non è previsto alcun tempo di attesa tra un tentativo e il successivo.

Una volta ottenuta, la certificazione dura per sempre?

La certificazione convalida la conoscenza e le abilità nell'utilizzo di una versione specifica del software Autodesk. Sebbene la certificazione su quella specifica versione non abbia scadenza, questa non è considerata attuale se non relativa almeno alla penultima versione rilasciata del software (nel nostro caso la versione 2012).

Esiste un esame per la ricertificazione per le versioni successive?

Se sei già un Certified Professional per, mettiano, AutoCAD 2012 puoi diventare Certified Professional per AutoCAD 2013 semplicemente sostenendo l'esame per Certified Associate. Non è necessario ripetere l'esame da Certified Professional per aggiornarsi alla release successiva. Esami di ri-certificazione saranno resi disponibili per ogni release principale delle applicazioni Autodesk.

Cosa ricevo una volta certificato?

Quando ottieni lo status di Certified Associate o Certified Professional, si acquisisce il diritto all'uso del logo ufficiale Autodesk nelle tue attività professionali, scientifiche e didattiche. Puoi utilizzare il logo all'interno del CV, sul biglietto da visita, sul sito WEB e in tutti gli altri casi previsti dalle linee guida per l'utilizzo del logo. Hai anche la possibilità di rendere pubblico il tuo status e di essere inserito nel database degli utenti certificati, a disposizione di chiunque abbia bisogno di un esparto nel determinato prodotto per il quale sei certificato.

Come posso capire se sono sufficientemente pronto (preparato) per superare con successo l'esame?

E' possibile verificare la propria preparazione con la versione corrente del software su cui si intende provare l'esame di certificazione, sostenendo il test di prova (il cosiddetto Assessment Test). Questo è un esame simulato nel quale si hanno 90 minuti a disposizione per rispondere a 35 domande che assomigliano a quelle del test effettivo. Questo esame può essere acquistato presso 4m group e svolto via internet anche a casa o in ufficio, senza che sia necessaria la presenza di un istruttore ufficiale 4m group. Quando si completa l'esame, si riceve un rapporto di performance nel quale sono indicati gli obiettivi raggiunti (non raggiunti) per ciascuna sezione del test.

Quale genere di domande sono presenti nell'esame Professional?

L'esame di livello Professional è pensato sulla base di domande basate sulle abilità richieste per ottenere un certo risultato con i software Autodesk, quindi utilizzare i comandi di misura e verifica e ottenere la risposta alla domanda. Quest'ultima può essere numerica o testuale. Dato che le risposte si ottengono da un disegno o un modello 3D, è necessaria quel minimo di destrezza per passare dalla finestra dell'applicazione Autodesk a quella del test con la sequenza di tasto ALT + TAB. E' anche necessario fare dei copia+incolla tra applicazioni. Da AutoCAD, per esempio, si copia dalla finestra di testo (riga di comando) e si incolla nella finestra di test.

I 10 segreti per superare l'esame Autodesk Certified Professional

  1. Leggi le domande completamente!

    Questa è una tecnica vecchia ma sempre utile. Leggi la domanda, poi leggila ancora e quindi prova a rispondere. Non rispondere fino a che non sei sicuro di aver compreso quello che chiede la domanda. Ci sono domande fatte apposta per farti credere una cosa per un'altra.

  2. Usa la guida (l'help)

    Posso usare l'help per cercare la risposta usando le parole chiave nella domanda? Sì! Infatti puoi sempre cercare le parole chiave della domanda per aiutarti a determinare la risposta più corretta. Essere un esperto di prodotti Autodesk non è solo una questione di sapere le risposte, ma anche di come trovare le domande.

  3. Disegna (Modella) solo quello che ti viene richiesto di disegnare (modellare)

    Non perdere tempo a disegnare geometria che non è necessaria! Quando approcci un problema di disegno c'è sempre la tendenza a impostare la tavola con i layer, i colori, i tipi di linea e gli standard così come sei abituato. Non farlo! Leggi la domanda e disegna solo quello che è strettamente necessario per completare l'attività. In molti casi l'immagine dell'esame mostra molta più geometria di quanta sia necessaria per ottenere la risposta. Non disegnare nemmeno quella.

  4. Disegna la geometria accuratamente!

    Spendi un po' di tempo ed energia per assicurarti che la geometria che hai creato sia accurate. In AutoCAD è bene usare lo SNAP a oggetto, l'Opuntamento polare e il Puntamento polare insieme con l'Input dinamico per creare e modificare la geometria. Se hai fretta di creare la geometria, poi perderai un sacco di tempo a capire dove non è stata disegnata correttamente.

  5. Disegna la geometria utilizzando il metodo descritto nella domanda

    Molte delle domande sono progettate per pensare la tua conoscenza e le tue abilità riguardo metodi e tecniche particolari. Come utenti tendiamo a utilizzare le vie che ci risultano più comode, ma questi metodi non sono sempre i più efficienti e nemmeno i più pratici per determinate attività. Assicurati che l'approccio al problema e alla domanda tenga conto di questo fatto.

  6. Conosci a menadito I comandi di verifica e misura!

    La quasi totalità delle domande del test richiedono l'uso dei comandi di verifica. Verifica coordinate, Elenco e Distanza saranno i comandi di completamento della fase pratica dell'esame. Assicurati di aver letto completamente e di rispondere esattamente a quello che la domanda ti chiede. Il test è progettato per suggerirti una prima risposta d'instinto che, generalmente, è quella sbagliata.

  7. Quando usi i comandi di verifica, spegni l'OSNAP e l'OPuntamento

    Ci sono molte domande basate su dei disegni/modelli che richiedono l'uso dell'OSNAP o dell'OPuntamento per creare o modificare la geometria. Così quando userai il comando Distanza, molto probabilmente, avrai lasciato acceso il puntamento e questo quasi sicuramente ti conduce al calcolo di una distanza non corretta. Per questo, prima di misurare, spegni questi aiuti al disegno.

  8. Sii consapevole degli oggetti duplicati e sovrapposti

    Ogni disegno che apri come file per l'esame contiene degli oggetti in un modo tale da darti qualche difficoltà di interpretazione (è il bello dei test!). Oggetti sovrapposti e multipli saranno lì apposta per farti sbagliare con lo SNAP a oggetto. Sii consapevole che non tutta la geometria è creata perfettamente, proprio come succede nel mondo reale. Stai attento.

  9. Utilizza i comandi Tratteggio, Contorno e gli altri comandi di superficie per ottenere le informazioni di area velocemente

    Benché questo richieda un po' di lavoro extra, in AutoCAD questi vi permettono di creare una polilinea o una regione a cui riferirsi per completare la risposta alla domanda. Crea un nuovo Layer chiamato "Contorni", impostalo come corrente e dagli un colore ben visibile, per differenziarlo dagli altri oggetti nel disegno. Poi utilizza il comando contorno per creare velocemente le aree che hai bisogno di elencare nella risposta. Questo metodo è più veloce che il comando Area e lascia una polilinea come risultato che può essere utilizzata di nuovo per controllare il lavoro.

  10. Usa il comando Salva con nome ad ogni passo significativo

    Una buona abitudine prevede di salvare il proprio lavoro ogni 15-20 minuti. E' bene fare la stessa cosa con i file del progetto a cui stiamo rispondendo. Finito l'esame, se hai del tempo residuo, è bene tornare indietro e controllare di nuovo le risposte ai test. Se hai salvato una cronologia dei passi principali, puoi riaprirli in modo sequenziale e trovare l'errore anche se commesso a metà del processo.

Riepilogo

Come utenti delle applicazioni Autodesk, vogliamo distinguerci e enfatizzare le nostre conoscenze e abilità. Ottenere la certificazione Autodesk ti permette di convalidare queste competenze nell'uso di AutoCAD, Civil 3D, Revit Architecture, Inventor, 3ds Max e Maya. Nell'ambiente competitivo odierno del mondo del design industrial, solo i migliori possono resistere. Il programma di certificazione Autodesk permette agli utenti esperti di ricevere questo riconoscimento speciale. Preparati! E' importante valutare la tua conoscenza attuale prima di tentare l'esame. Chiama (031 355 16 99) o scrivici (formazione@4mgroup.it) per discutere della tua situazione. Saremo lieti di aiutarti.

Francesco Peracchini
Coordinatore didattico 4m group Toscana

Settembre 2011 - Quasi pronta l'uscita di Premiere CS6 e After Effects 5.5

Quasi pronta l'uscita di Premiere CS6 e After Effects 5.5. Musica nuova per il video e le animazioni.

Le notizie già da qualche tempo rimbalzano sui blog di settore. L'uscita della CS6, e dei prodotti che più ci riguardano, per il settore delle animazioni in ambito industriale, legno-arredo e architettonico, dovrebbero essere importanti. In particolare dovrebbero riguardare Premiere Pro, il programma di editing video in tempo reale diffusissimo anche in Italia. Premiere CS6 non dovrebbe contenere novità strabilianti, ma tanti piccoli e grandi aggiustamenti nel segno della stabilità della maggiore fluidità. E se da una parte si cerca di avvicinare il software anche ai neofiti, dall'altra si procede all'introduzione di tool sempre più innovativi e completi. Per film e video con editing sofisticato in post-produzione, il punto di riferimento After Effects, il programma di elaborazione della grafica animata. In questo caso le parole d'ordine sono stabilità e velocità da garantire in un quotidiano uso lavorativo. Sono infatti previsti piccoli miglioramenti che solo i profondi conoscitori del programma sono in grado di cogliere e apprezzare. Con Illustrator, l'editor di immagini vettoriali, Adobe vuole fare il colpo grosso. Dovrebbe essere rilasciata la versione a 64 bit sia per Windows che per Mac e, fra le nuove caratteristiche, si parla dell'introduzione di un innovativo tool per la vettorializzazione. Talento puro.

Edoardo Pruneri
Consulting & Professional Services Manager

Maggio 2011 - eBooks e Digital Magazines: qualche informazione sull'argomento

eBooks e Digital Magazines: qualche informazione sull'argomento

Quanta confusione sul mondo delle pubblicazioni digitali! Esiste già online molto materiale disponibile al download che può essere fruito attraverso readers di eBook come il celeberrimo iPad, o Kindle di Amazon, oppure il Playbook di Blackberry ed i nuovi lettori e tablet con sistema operativo Android. Il passaggio epocale delle pubblicazioni dalla carta stampata al tablet - per i più - è ancora pieno nodi da sciogliere, ma i lettori più evoluti sono già pronti. Così come la maggior parte dei lettori che si occupano di IT e di computer grafica. Per tutti, in ogni caso, proviamo a fare un po' di chiarezza. Si parla di eBook nel caso di libri e libretti in formato ePub (Electronic Publication), formato che sostituisce il vecchio standard OeB (Open eBook). Gli ePub possono contenere testo, immagini, animazioni, iperlink a pagine WEB, audio e video che possono essere visualizzati su iPad e sugli altri tablet Android (su Kindle, invece e per il momento, non è possibile vedere le immagini a colori e neppure riprodurre suoni e video). Occorre sapere che per leggere queste pubblicazioni è necessario installare un programma compatibile con la propria piattaforma (Windows, Linux, Mac, palmare, eBook reader, iPad, iPhone e iPod, ecc.) chiamato genericamente "Reader". Tra i più diffusi: Adobe Digital Editions, FB Reader, iBooks (per iPad, iPhone e iPod), Stanza.

Tutt'altra storia è invece il Digital Magazine, una vera e propria App per le piattaforme iOS (iPad, iPhone), Android e PlayBook (Blackberry). La differenza sostanziale di quest'ultima categoria rispetto alle precedenti riguarda la natura stessa del prodotto ed è legato al modo di utilizzo del tablet; essendo pensato per lettori digitali e non per il pc, non si parla di clic o passaggio del mouse per attivare i contenuti ma di gesture delle dita: un "tap" equivale ad un clic del mouse. Inoltre per il Digital Magazine si parla di pagina multilivello: non tutto è presentato a prima vista nella pagina e inserito nella stessa griglia, ma ci sono elementi che possono essere attivati e, per così dire, portati in primo piano, con l'utilizzo interattivo: audio, video, slide show, rollover, scorrimento e zoom delle immagini,… Numerosi Digital Magazine sono disponibili al download dalle piattaforme di distribuzione delle applicazioni come AppStore, Android Market, BlackBerry App World o direttamente dai siti degli editori.

Un gradino sotto, ma sempre molto diffuso, si trova l'eBook in formato PDF. E' ancora uno dei più diffusi perché viene letto da praticamente tutti i devices: provate a fare una rapida ricerca e troverete innumerevoli libri digitali pronti al download. Ma abbandonate l'idea del tradizionale PDF statico: oggi le pubblicazioni in questo formato possono includere anche contenuti multimediali quali filmati, clip audio e pulsanti interattivi. Qui alla 4m group abbiamo appena realizzato un piccolo eBook dal design raffinato e di piccolo prezzo, intitolato: AutoCAD 2012 – Disegno parametrico proprio in questo modo. Per gli appassionati di AutoCAD una gradita sorpresa.

Inoltre, come già annunciato è prossima l'uscita dell'eBook AutoCAD per Mac e, questa estate, alla 4m group siamo al lavoro per produrre il nostro primo libro digitale. Lasciatevi orientare da chi, come noi, si è già buttato in questo mondo e ha provato a districare la matassa. eBook, ePub, Digital Magazine, App, PDF. Enjoy!

Silvia Elli
3D Digital Designer

Marzo 2011 - eBook. Me lo porto in vacanza!

eBook. Me lo porto in vacanza!

Non sono tra quelli che pensano che il mondo deve essere 100% digitale e non sono tra quelli che sbavano per iPhone e iPad. Ma vi dirò che penso che l'eBook sia una bella invenzione. Chi, come me, ama molto leggere - soprattutto in vacanza - avrà dei ricordi molto vividi del peso della valigia alla partenza: zavorrata per il 20% o più dalle copie cartacee dei libri che sogniamo di leggere in spiaggia. Non importa che siano saggi, gialli o manuali di grafica; per ciascuno di noi il gusto e il piacere di leggere in vacanza viene (parzialmente) offuscato dall'onere gravoso del trasporto. E' per questo che sono fortemente tentato dall'acquisto di un MacBook Air, dall'iPad.

Per piacere, invece, penso proprio che sia giunta l'ora di un iPad o un Kindle o uno delle altre decine di lettori di eBook (eBook readers) presenti sul mercato, cioè quei fantastici dispositivi leggeri, portatili (veramente portatili!), con memorie SSD che permettono di caricare 10, 100, 1000 libri di ogni tipo, sempre con lo stesso peso. E' fantastico.

Non fate però l'errore di confondere un qualunque documento in formato digitale (pdf, per esempio) con un eBook. Un eBook non si limita a presentare il documento cartaceo, ma cerca aggiungere intelligenza al gesto, mantenendo al tempo stesso, la lettura simile a quella che si avrebbe sfogliando le pagine di un libro. Il libro elettronico offre dei vantaggi dovuti alla sua natura digitale: può contenere degli ipertesti che rimbalzano tra i capitoli, inglobare elementi.

Edoardo Pruneri
Consulting & Professional Services Manager

Ottobre 2010 - I libri di 4m group al SAIE di Bologna

I libri di 4m group al SAIE di Bologna

4m group, centro di formazione autorizzato Autodesk e Adobe, presente sul territorio italiano con tre sedi a Como, Reggio Emilia e Pisa, annuncia la presenza della guida " Revit Architecture 2011 - La grande guida" alla edizione 2010 del SAIE di Bologna. Nelle prossime settimane, verranno rilasciate gratuitamente una serie di dispense sui seguenti argomenti legati alle famiglie di Revit 2011, di seguito i titoli:

  • Introduzione alle Famiglie di Revit Architecture 2011;
  • Approcciare la personalizzazione delle Famiglie;
  • Uso e gestione delle Famiglie di sistema e uso nel progetto;
  • Personalizzazione delle Famiglie di sistema: (Muri, Pavimenti, Tetti, ecc.);
  • Famiglie caricabili parametriche;
  • Uso e gestione delle Famiglie caricabili;
  • Creazione e personalizzazione delle Famiglie caricabili;
  • Uso e gestione delle Famiglie locali;
  • Creazione e personalizzazione delle Famiglie locali;

Edoardo Pruneri
Consulting & Professional Services Manager